7 L’amore

Vinsero sulla morte, uniti per la prima volta dalla disperazione. In modo che la vita continuò a scorrere nelle loro vene per lungo tempo ancora. Stremato dalla fatica rissoso nano cadde, ma il suo corpo non toccò mai la ruvida terra, perché le possenti braccia della graziosa nana gigante, lo avvolsero per proteggerlo dalla caduta. I loro corpi si toccarono, sottili vibrazioni di pace e d’amore nacquero in quell’istante tra i due. Nel frattempo le due fate accompagnate dalle altre due maghe, raggiunsero gli altri raminghi. Poche parole furono spese, mentre esperte mani cominciarono a soccorrere i nostri eroi. Poco tempo dopo, le loro parti ferite furono avvolte da oleose e profumate bende e i loro corpi sistemati al riparo.
Alla fine le guaritrici si sedettero accanto al fuoco con gli sguardi diretti verso i feriti, come volessero proteggerli da altri demoni notturni. Si rilassarono bevendo magici infusi creati da donna maga. Un sorriso di complicità si intravide sulle labbra delle due fate, quando videro lo sguardo preoccupato di nana gigante mentre controllava il sonno di rissoso nano. Grande é il potere dell’amore in questo sistema di cose, grande energia coerente si sprigiona all’unisono quando l’amore é presente. Riprese a piovere, si spense il fuoco mentre la linfa vitale che scorreva libera in loro rallentò sempre di più, fino a condurle gradatamente alla soglia di un meritato sonno profondo... “buona notte meravigliose creature, che la luce sia sempre con voi”.
Molti giorni e molte notti trascorsero con foschi tramonti alternati a nebbiose albe, mentre il paesaggio intorno a loro restava immutato. La pioggia incessante tamburellava sulla carrozza e sui copricapi dei componenti della rinnovata compagnia. Fin tanto che una mattina particolarmente piovosa, un fremito attraversò le membra di corpulento errante mentre vide passare accanto a sé la Fata delle isole. Ripensò alle sue terre natie, si ricordò di quando lui ed i suoi uomini vennero accolti dagli esseri fatati appartenenti alla corte felice. Tornarono alla mente immagini colme di estrema gioia. Poche persone ebbero questo onore nella loro vita. Gli esseri fatati rispettavano poche qualità umane e corpulento errante pareva possederle tutte: generosità, cortesia e lealtà. Parecchi anni trascorse a combattere al comando delle sue truppe, portandole sempre alla vittoria, combattendo accanto agli esseri fatati della luce in battaglia, cercando di sconfiggere i nemici della corte malvagia.

Leave a comment