La perfezione dell’imperfezione

Fin dall’infanzia, o forse ancora prima, sono sempre stata una bambina alla ricerca della perfezione…
Ma cosa è la perfezione ?... ho sempre cercato di “fare bene” …di studiare oltre il richiesto, di apprendere da un corso e non contenta di continuare ad approfondire … uno direbbe: “ beh che c’è di male ? “. Fa parte della natura umana avere lo stimolo per la continua crescita… vero…ma quando questo bisogno ti porta a non sentirti mai abbastanza, diventa un limite … un vuoto infinito da colmare…
E cercando di riempire questo vuoto con informazioni, conoscenza, non c’è mai limite…anzi più sai e più vorresti sapere…cerchi risposte, “perché la mente umana cerca la risposta e si preclude infinite possibilità”
Poi un giorno, finalmente il click…
Una rinascita dentro di me, un’esplosione di emozioni, ed ecco l’emergere di me stessa nella più pura semplicità … è successo che mi sono sentita “pronta” e “perfetta nell’imperfezione”, ed ho cominciato a “Dare” tutto ciò che fino a quel momento avevo trattenuto.
Ho consapevolizzato finalmente la magia e la bellezza dell’imperfezione. Che sospiro!!! Che leggerezza!!! Che gioia!!!  Che semplicità!!!
Ho finalmente compreso a livello più profondo quanto sia bella la fiducia nel lasciare andare…nel non voler avere l’ansia del risultato e quanto sia bella l’incompletezza…entrare nel flusso affidandosi che ogni cosa va bene così…pura armonia e pace.
Si perché non importa ciò che accade, non importa se avresti potuto fare meglio,  non importa se ancora c’è qualcosa da dire…
In fiducia è successo ciò che doveva succedere…
Riflessione tratta da “ Conversazioni con Dio “ dai pensieri di Neale Donald Walsch:
Che cosa scegli di notare ?
che c’è qualcosa di “sbagliato” in ogni cosa. Non importa cosa tu stia guardando, puoi trovarci qualcosa di sbagliato, qualcosa d’imperfetto, qualcosa che non ti va bene. Non ti preoccupare, se guardi abbastanza attentamente lo troverai.
C’è anche qualcosa di ‘giusto’ in ogni cosa. Non importa cosa guardi, puoi trovarci qualcosa di giusto, qualcosa di perfetto.
Quindi, alla fine, resta solo una domanda: Che cosa hai intenzione di guardare? Che cosa scegli di notare? Qual è la tua prospettiva?
Buona vita…
Simona Muratori
Fata del cambiamento interiore

Leave a comment