Chi è il Coach

Il termine Coach deriva dall’inglese “wagon” (carro) quindi allude all’idea di veicolo , da un punto (stato attuale) verso una meta.

Si può definire il "facilitatore del cambiamento" che porta a uno stato di benessere; è conosciuto come quel professionista che “allena” a creare consapevolezza interiore, senza obiettivi performanti forzati, che chiaramente non possono essere sostenibili nel tempo e da soli, infatti non da risposte ma sostiene a tirar fuori le "tue risposte".

"Supporta la persona a raggiungere una migliore Qualità della vita”.

Aiuta a trovare armonia con se stessi tra il corpo, la mente e le emozioni.

Molte cose che si desiderano (o si credono di desiderare) possono essere raggiungibili se si comprende cosa e come… ma il vero successo non è solo ottenere inizialmente un risultato, quanto invece, riuscire a far si che quel risultato sia sostenibile nel tempo.

Molte persone ritengono di essere in salute se non ci sono sintomi visibili di malattia, ma la maniera migliore per valutare il proprio benessere è quella di valutare lo stato di gioia ed entusiasmo.

Cosa può fare il Coach  per te? 

Ti aiuta a fare chiarezza fra ciò che vuoi e ciò che non vuoi.
Ti aiuta a raggiungere ciò che vuoi comprendendo come fare.
Ti aiuta a dare un senso profondo a ciò che fai.
Ti aiuta a dire “ no “ a ciò che non vuoi.
Ti aiuta ad accettare ciò che non puoi cambiare.
Ti aiuta a “ volerti bene “ anche quando sei fuori dal centro benessere ..
Ti aiuta a essere protagonista, parte attiva della tua vita e non parte passiva.
Ti aiuta a differenziare tra “ fatti “ e “ interpretazioni “ ti sollecita a cambiare punto di vista…..

Le Convinzioni non sono vere o false sono utili o non utili.

Ti supporta a vivere i diversi “ruoli sempre più performanti” nella società di oggi (genitore, compagno, figlio, professionista ecc.) nella maniera più armonica; troppo spesso ci s’identifica in uno solo di questi ruoli perdendo di vista il resto…
Spesso da genitori trascuriamo le altre relazioni, ci buttiamo sul lavoro e trascuriamo la famiglia e il tempo libero… ci prendiamo cura del corpo e mettiamo a tacere le nostre emozioni… ascoltiamo la mente e facciamo appassire il corpo.

Differenza rispetto ad altre figure es psicologo, psicoterapeuta, consulente ecc. : la prima differenza è la natura della relazione, la seconda è l’obiettivo.

Il medico ha competenze che il paziente non ha, è esperto del contenuto , fornisce una "diagnosi", l’obiettivo per cui si va dal medico è per "curare".

Il consulente o mentoring insegna delle competenze ignorate dalla persona.

Il coach è esperto del processo, la "relazione di coaching" è interattiva (il cliente è parte attiva): il coach ascolta e fa domande potenzianti per raggiungere l’obiettivo del “benessere e la realizzazione”, stimola a trovare le "risposte interiori" per creare consapevolezza.

Simona Muratori
Fata del cambiamento interiore


Leave a comment